09/01/17

Solo un uomo



Amici lettori,
vi presento con molto piacere e un pizzico di orgoglio che non guasta mai il mio primo libro frutto di lunghe riflessioni.
Si tratta di un romanzo breve ma spero che non vi farete influenzare dal numero delle pagine e riuscirete ad apprezzarlo.
Grazie a tutti per il vostro sostegno,
Francesca.


"Sembra un giorno come tanti sul monte del Golgota.
Tre croci si stagliano contro il cielo scuro e ad una di esse è inchiodato un uomo di nome Yeshua che tutti chiamano il Re dei Giudei, il figlio di Yahweh.
In questo breve romanzo, Francesca A. Vanni ci mostra la sua personale visione della passione di Cristo, mettendo nero su bianco quelli che forse sono stati i pensieri del Messia con sensibilità e una grande capacità introspettiva.”

Il libro esiste sia in versione elettronica che cartacea.
Potrete trovarlo in versione epub o kindle presso i negozi:

-IBS
(e anche in tanti altri stores on line)

Per la versione cartacea, potete invece trovarlo sia su Amazon (sempre il link che avete trovato qualche riga sopra) che su StreetLib Stores.
Cliccate qui per visualizzare il post dove ve lo spiego meglio!

10 commenti:

enrico pompeo montevaso ha detto...

Aspetto quella cartacea...sono un drogato di libri da Sfogliare!

Francesca A. Vanni ha detto...

Presto arriverà, abbi fede! (altrimenti guai al mio editore!)

Patricia Moll ha detto...

Bello!!!! Anch'io però adoro la carta! A presto.

ps sul mio blog, prima della poesia di oggi c'è un pensierino per te! :)
Esperimento 305! Ciaoooo

cristiana2011 ha detto...

Aspetto anch'io la cartacea.
Intanto ti faccio i miei complimenti per esere riuscita a realizzarti in ciò che più ti appasiona.
Cristiana

Francesca A. Vanni ha detto...

Ciao Cristiana,
grazie per il commento gentilissimo.
La versione cartacea esiste già da un po', infatti mi conviene rettificare il post. Intanto ti metto qui il link Amazon dove puoi trovarla:
https://www.amazon.it/Solo-un-uomo-Francesca-Vanni/dp/8822896203/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1483952304&sr=8-1

cristiana2011 ha detto...

La mia curiosità, mi aveva indotto ad acquistare la versione non cartacea che ho letto con piacere.
Mi ero ripromessa di scriverti le mie impressioni poi, imperdonabilmente, me ne sono dimenticata.
Sono agnostica, ma ciò non significa che io non creda che Gesù non sia esistito e lo considero un profeta che è riuscito , con i suoi insegnamenti e le sue azioni, a creare quella che oggi chiamiamo Chiesa Cristiana. L'agonia dell'uomo crocefisso, descritta attraverso i suoi pensieri, il suo rifugio nei ricordi e il senso di disperazione che lo pervade, che tanto bene hai saputo narrare, sono profondamente realistici e mi hanno toccato l'anima.
A presto.
Cristiana

cristiana2011 ha detto...

Ciao Francesca, avevo fatto un commento sul tuo libro, scusandomi per il ritardo, ma non lo trovo e non vorrei perdermi la tua risposta
Buona giornata!

Francesca A. Vanni ha detto...

Ciao Cristiana, non ti preoccupare, i commenti non li perdi dal momento che sono sottoposti a moderazione.
Io in genere passo sul blog una volta la settimana, poiché le revisioni e lo scrivere mi tengono sempre impegnata.
Io non sono atea, seguo la filosofia di Buddha, però come vedi questo non mi ha impedito di scrivere qualcosa che riguardasse la storia di Gesù Cristo.
Apprezzo tanto il tuo pensiero e sono felice che il mio libro ti abbia colpita positivamente.
Un abbraccio, Franny

Mirtillo14 ha detto...

Brava Francesca ! Ho letto il commento positivo di Cristiana e mi ha incuriosito. L'argomento non è semplice e credo non sia stato facile per te, scrivere un libro così.. cercherò di leggerlo. Un saluto

Francesca A. Vanni ha detto...

@Mirtillo14
Grazie a te che hai deciso di leggerlo, mi fa davvero piacere.
No, scrivere di tanto dolore non è stato semplice ma ha un suo senso, conduce ad una catarsi.
Attendo di sapere cosa ne pensi, un abbraccio.