23/05/17

Per non dimenticare


23 maggio 1992 – 23 maggio 2017:
25 anni e ancora combattiamo contro tutte le mafie!

4 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Mai dimenticare!
Serena giornata.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Importantissimo ricordare Falcone, Borsellino, e tutti gli altri morti per mafia perché ci deve servire per non dimenticarci di quei giudici che oggi sono ancora vivi e che non smettono questa lotta anche se spesso sono abbandonati a loro stessi, Ecco, leviamo alta la nostra voce per proteggere anche loro e per evitare di doverli piangere più tardi come Falcone.

Un abbraccio Franny

iacoponivincenzo ha detto...

Nulla da aggiungere. Un grande combattente Falcone, osteggiato da tanti quando era in vita, pianto con lacrime di coccodrillo dopo morto, incensato,idolatrato con quella cornice di ipocrisia in cui certi nostri connazionali sono Wentmeister.
Mi chiedo il perché di tanti incensamenti post mortem. Si ringraziava Iddio che ce lo aveva tolto dai piedi? Possibile che certa gente abbia potuto lavorare indisturbata e nascondere in quel cunicolo quasi una tonnellata di tritolo senza che nessuno -in quella Sicilia dove non riesci a soffiare il naso senza che tutti lo vengano a sapere- si accorgesse di nulla? E i nostri tanto decantati servizi segreti che facevano? Erano tutti al mare?
Ricoprire di targhe, di monumenti alla memoria, di discorsoni detti da tutti i grossi papaveri del nostro Stato è un esercizio di trita retorica e niente più. Sono stanco e nauseato nel sentire ogni anno le stesse parolone. Le cose più belle le disse singhiozzando quella giovanissima vedova di uno della scorta alla funzione religiosa, davanti a tutti: "I mafiosi sono tutti qui, tutti qui dentro e non si pentono loro, non si sanno pentire."

Francesca A. Vanni ha detto...

Grazie di cuore a tutti voi che avete commentato (Vincenzo, sempre graffiante, sei fantastico!), non dimenticare è un dovere che spetta a tutti quei cittadini dotati di una vera coscienza civile!