21/10/17

Il Ragno tiene un Gomitolo d'Argento



Il Ragno tiene un Gomitolo d'Argento
in Mani impercettibili
e danzando delicatamente mentre tesse
il suo Rotolo di Perla dispiega.

Si affretta da nulla a nulla
in incorporeo Traffico
soppiantando i nostri Arazzi con i Suoi
in metà tempo.

Un'Ora per innalzare supreme
le Sue Teorie di Luce
per poi penzolare dalla Scopa della Massaia
le Sue Sofisticherie dimenticate.
(Emily Dickinson)


13 commenti:

MikiMoz ha detto...

Non poteva trovare migliori parole per descrivere il ragno^^

Moz-

iacoponivincenzo ha detto...

I ragni sono creature incredibili, simpaticissime. Io le adoro ste creature. Innanzitutto acchiappano le mosche e se le pappano.Benissimo! Le mosche sozzone che spopolano su tutte le cacche del mondo e te le portano a casa tua.
Poi i ragni non ti stanno mai tra i piedi, anzi per vederli non li vedi mai, qualche volta finisci col muso su meravigliose tele che poi loro dovranno rifare e senza tirarti accidenti dietro. Non ne ricordo più il nome ma negli anni 70 una pittrice, mi pare tedesca, andava con una tela bianca e raccoglieva tele di ragno come fondi per i suoi quadri. Mai fatto, non mi appagava st'idea, ma per dire.
I ragni non fanno rumore, non cantano all'alba, non rosicchiano, non squittiscono, non cagano come le vacche e nemmeno come i cani per cui non fanno puzze. Gli scheletri delle mosche non so che fine facciano, ma intanto non se ne vedono in giro, che fanno schifo anche da morte.
C'è gente che ha orrore dei ragni, che li uccide a scarpate, she scappa urlando: mia mamma se la faceva addosso, guai farle vedere un ragno, correva a chiudersi in camera sua e non ne usciva per ore. Era il trucco che mi aveva insegnato mio fratello: "Quando ti insegue inferocita col battipanni per suonartele tu fai finta di acchiappare un ragno e corrile dietro. Vedrai come sparisce". Funzionava ogni volta. Grazie fratellone! Mi hai salvato tantissime volte il fondoschiena altrimenti lei me lo demoliva. Grazie.

Patricia Moll ha detto...

Dickinson..... magica!

Sugar Free ha detto...

Niente, io adoro la Dickinson, grazie per la bella poesia!!!

Francesca A. Vanni ha detto...

@MikiMoz
Sì, è vero!

Francesca A. Vanni ha detto...

@iacoponivincenzo
Elogio del ragno e della sua utilità... anche se a me fanno paura!!!
Baci

Francesca A. Vanni ha detto...

@Patricia Moll e Sugar Free
Sono contenta che la Dickinson vi abbia rese felice.
Un abbraccio!

Clementina Daniela Sanguanini ha detto...

Ogni volta che leggo una poesia della Dickinson ripenso alla sua vita trascorsa rinchiusa in una piccola stanza, mentre vergava migliaia di foglietti con i suoi versi.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Clementina
Esattamente come Salgari, che non lasciò mai Torino ma creò libri immortali.

Clementina Daniela Sanguanini ha detto...

Non è esattamente così, perché Salgari si è spostato tra Verona, Venezia, Torino e qualche viaggio a bordo di una nave lo ha fatto, anche se pochi. Concordo sul fatto che entrambi abbiano lasciato scritti immortali di intensa bellezza. Ciao!

Ferruccio Gianola ha detto...

Notevole e affascinate, ma la Dickinson è maestra

Francesca A. Vanni ha detto...

@Clementina
Hai ragione, grazie mille per la rinfrescata!

Francesca A. Vanni ha detto...

@Ferruccio Gianola
Assolutamente vero.