08/03/18

Amazon cambia la politica di vendita!



Parliamo di un problema che si sta verificando dall'inizio del mese con Amazon e di cui il mio editore mi ha avvertito solo ieri.

Amazon ha deciso (dal 15 gennaio di quest’anno) di cambiare le sue politiche di vendita chiamate anche royalties con tutti gli editori stranieri o indipendenti e il cambiamento riguarderà tutti i libri che sono stati pubblicati dallo scorso anno.
Il formato, cartaceo o digitale, è indifferente.
Purtroppo potranno quindi esserci alcuni problemi nella reperibilità dei libri già pubblicati e i prezzi potrebbero anche variati in modo indipendente dalla volontà dei singoli autori e degli editori e dico già in partenza che non solo sono contraria a questa politica ma che mi dispiace molto per il comportamento poco serio di Amazon.

Nei mesi a venire, in quanto la faccenda dovrebbe risolversi in autunno salvo ritardi, io vi consiglio di comprare i miei libri in altri negozi on line.
Vi lascio qui alcuni link e vi ringrazio tanto per la comprensione.

-Giunti al Punto (anche in formato cartaceo)

 
 
Postilla.
Per quanto riguarda questo 8 marzo...
Bisognerebbe festeggiare, così dicono.
Io non festeggio perché non c'è motivo di celebrare l'8 marzo quando ogni giorno decine di donne nel mondo vengono violentate, picchiate, uccise.
Grazie anche per aver letto queste mie ultime righe.





35 commenti:

Riccardo Giannini ha detto...

Bella la tua riflessione finale :).

Spero che le scelte di Amazon non finiscano per mettere in ginocchio i piccoli editori e gli scrittori emergenti, ma temo che sia una speranza flebile..

Francesca A. Vanni ha detto...

@Riccardo Giannini
Speriamo di no. Diciamo che molto sta al cliente: non esiste solo Amazon come negozio (e non parlo solo di libri), quindi il cliente può anche scegliere di comprare in altri store on line i prodotti che desideri.

Grazie per il commento sulla riflessione :-)

Patricia Moll ha detto...

SCelte... scelte che fan comodo a chi le fa e non a chi le subisce come autori o lettori, quindi acquirenti.
E' che ogni volta che modificano (tutti quanti) è sempre in peggio.

FEsteggiare? Sì, con un minuto di silenzio in memoria delle vittime che ci sono state e ci saranno. Io festeggio così

Mirtillo14 ha detto...

Bene !! Andremo a comprare in altri negozi online !!! Ho dato un'occhiata al libro per bambini che hai scritto, quello per Natale, molto carino, magari lo scaricherò. Un saluto.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Patricia Moll
Scelta discutibile, quella di Amazon, che di sicuro non soddisfa nessuno.
Per la festa delle donne, anche io non festeggio ma ricordo tutte le vittime con il cuore.
Un abbraccio.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Mirtillo14
Grazie, la tua decisione mi solleva molto!
"I racconti di Rudolph la renna", se ti interessa, c'è anche in cartaceo, poi scegli tu!
Un saluto.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Oggi è una giornata di grande riflessione e condivido il tuo pensiero.
Saluti a presto.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Cavaliere oscuro del web
Grazie infinite.
Un saluto anche a te.

Ofelia Deville ha detto...

Nessun problema, ho il mio bel Kobo reader e i cartacei in genere li prendo su IBS o Feltrinelli!
Trovo comunque la politica di Amazon stupida e la tua segnalazione giusta anche nel rispetto di noi lettori.

Mirtillo14 ha detto...

Sì, "I racconti di Rudolph la renna "!!! Ho scaricato le prime pagine. Molto carino , anche sul Kindle ci sono le figure, non credevo. Ciaooo

sinforosa c ha detto...

Speriamo davvero, Francesca, e grazie per questi chiarimenti. Auguri.
sinforosa

Mariella ha detto...

Grazie per l'informazione.
Amazon ha sempre più campo libero a quanto vedo.
Concordo con il non festeggiare cosa che, personalmente, non ho mai fatto.
Ti abbraccio.

Pia ha detto...

Grazie di averci informato non sapevo tutto ciò...
Belle le tue parole finali. Ti abbraccio Francesca.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Tutta la mia comprensione per la vigliaccata di Amazon. Sulla festa della donna sfondi con me una porta aperta, la penso proprio come te.

Mirtillo14 ha detto...

Ho comprato "I racconti della renna Rudolph" in versione e-book, molto carino e, sul kindle, si vedono anche le illustrazioni. Adesso siam fuori stagione ma, il prossimo Natale, lo leggerò ai miei bimbi (insegnante non mamma !!) . Ciaoooo

Francesca A. Vanni ha detto...

@Ofelia Deville
Grazie infinite per la comprensione!

Francesca A. Vanni ha detto...

@Mirtillo14
Sì, le figure ci sono anche nei formati elettronici grazie al paziente lavoro del mio grafico che le ha inserite anche in digitale (è un santo!).
Felicissima che ti sia piaciuto e che lo leggerai ai tuoi bimbi, anzi ai tuoi piccoli alunni.
Spero che si divertiranno!
Un abbraccio.

Francesca A. Vanni ha detto...

@sinforos c
Grazie anche a te per il commento.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Mariella
Sì, Amazon sta prendendo piede perché nessuno riesce a tenergli testa a livello commerciale e anche questo non va bene.
Per la festa delle donne, vedo che siamo concordi.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Pia
Mi è sembrato giusto informarvi, anche perché non trovo onesto che Amazon alzi i prezzi a suo piacimento.
È scorretto tanto nei confronti degli editori e degli autori quando nei confronti dei lettori che alla fine spendono soldi.
Per fortuna ci sono altri negozi, alcuni dei quali ho citato, che fanno prezzi più onesti.
Grazie per il tuo commento.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Daniele Verzetti
Grazie per tutto, allora :-)

Sugar Free ha detto...

Ma che bravi, questi di Amazon, proprio dei furbetti!
Meno male che esistono tantissimi negozi (comunque io ho il Kobo!!!).
Oggi ho segnalato "Nel tuo nome".
Bacione.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Sugar Free
Grazie di cuore, tesoro!

Clementina Daniela Sanguanini ha detto...

Sempre più vigliacchi questi di Amazon… rispetto l’8 marzo sono anch’io convinta che che il termine “festa” sia fuorviante, ma ritengo ancora l’evento importante per tirare le fila e comprendere cosa è stato/non è stato fatto, mettendo a fuoco gli obiettivi.

RobbyRoby ha detto...

Ciao condivido le tue ultime frasi.

Anke Agata Russo ha detto...

Hai fatto bene ad avvertire di questa politica da stronzi che Amazon sta acquisendo.
Voelvo farti sapere che ho acquistato sul Kobo store il tuo romanzo su Adriano e Antinoo!
Baci :-)

Lucrezia Ruggeri ha detto...

Lo so, lo hanno fatto anche coi miei libri!
Bacio

ps: d'accordo sull'8 marzo!

Francesca A. Vanni ha detto...

@Clementina Daniela Sanguanini
Tirare le fila sì, ma il guaio è che appena arriva il 9 marzo quasi tutti/e spariscono nel nulla!
GRazie per la comprensione su Amazon.

Francesca A. Vanni ha detto...

@RobbyRoby
Grazie.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Anke Agata Russo
Grazie, mi hai resa molto felice :-) (svengo!)

Francesca A. Vanni ha detto...

@Lucrezia Ruggeri
Ma noi resisteremo!

Semplicemente Io Shane ha detto...

Ciao Francesca, scusaci del ritardo. Mah...preferiamo fermarci qui....
Ti inviamo un forte abbraccio!

Francesca A. Vanni ha detto...

@Semplicemente Io Shane
Sì, guardate, meglio fermarsi perché Amazon davvero l'ha fatta grossa :-(
Un bacio a tutte voi.

Arwen Elfa ha detto...

Ciao Francesca grazie per averci informato, non sapevo nulla di questa questione di Amazon.
Ovviamente chissà come mai, se aumentano i prezzi al di fuori della volontà del singolo autore, lo avranno fatto non per soldi ma per denaro. In ogni caso non è un comportamento apprezzabile e condivisibile.
Riguardo alla chiusa del tuo post. Nemmeno io festeggio mai l'8 marzo per il semplice motivo che non serve a nulla omaggiare la donna una volta l'anno ma lasciare invariata la condizione lavorativa e di vita di tante donne che non è nemmeno lontanamente vicina alla parità.
Insomma esiste una giornata dell'uomo ? No perchè non serve. Invece di festeggiare falsamente le donne una volta l'anno la società dovrebbe cambiare il comportamento giornaliero e costante nei suoi confronti
Um saluto, buon pomeriggio e migliore fine settimana in arrivo.

Francesca A. Vanni ha detto...

@Arwen Elfa
Hai perfettamente ragione, sia su Amnazon che sulla giornata dell'8 marzo.
Io infatti sono del parere che tutte quelle "comunità" (brutto termine, lo so) che hanno "una festa imposta" (donne, lgbt, disabili...) è perché poi per tutto l'anno sono considerate meno di zero e non è giusto.
Ma vai tu a farglielo capire a certa gente che pensa sempre il contrario!
Un grande abbraccio e anche a te un ottimo fine settimana!